Assicurazione infortunio: scegliere la polizza conveniente

By | 10 febbraio, 2012

L’assicurazione infortuni ha lo scopo di proteggere la situazione patrimoniale dell’assicurato e dei suoi familiari davanti eventuali infortuni improvvisi, che potrebbero metterne a rischio la solidità economica.

L’assicurazione infortuni, ha lo scopo di garantire il risarcimento di un capitale determinato al momento della stipula della polizza, qualora l’assicurato non potesse svolgere l’attività lavorativa, a causa di un infortunio, sia per inabilità temporanea che permanente.

Per queste polizze la determinazione del premio dipende dall’attività lavorativa svolta, e dal rischio ad essa collegato (maggiore è il rischio e maggiore sarà il costo del premio), e dalle ipotesi in cui la polizza opererà solo durante lo svolgimento dell’attività lavorativa, oppure solo extralavorativa, o per entrambe.

Alcune polizze permettono, con un solo contratto, di assicurare diversi soggetti, ottenendo delle lievi riduzioni del premio complessivo.

Si tratta delle polizze molto importanti soprattutto per i lavoratori autonomi, per cui non è prevista alcuna copertura da parte dell’Inail, che c’è per i lavoratori dipendenti (che potrebbero assicurarsi per lo svolgimento delle attività extralavorative).

Ci sono due voci da controllare attentamente prima di procedere alla sottoscrizione del contratto:

  • esclusioni dalla copertura della polizza (sono indicate in un’apposita sezione che riporta tutte le voci in cui la polizza non sarà operativa);
  • percentuale di invalidità permanente (si tratta la percentuale sopra la quale verrà pagato il capitale assicurato nel caso in cui l’invalidità sia considerata permanete: ad esempio una percentuale del 25% significa che qualora il livello di invalidità permanente fosse del 30%, la compagnia riconoscerebbe soli 5%). Bisogna scegliere quelle compagnie che utilizzino le stesse tabelle Inail (un aspetto che deve essere specificato nel contratto).

Inoltre se si ha più di una polizza infortuni in corso, a ciascuna compagnia deve essere data comunicazione dell’esistenza delle altre (in caso di infortunio, altrimenti potrebbe portare anche al mancato risarcimento).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *