Tariffe Assicurazioni Auto

Nel caso delle assicurazioni R.C.Auto sono previste due forme tariffarie principali:

  • la formula con franchigia: prevede che, in caso di incidente, l’assicurato versi alla compagnia una certa percentuale della somma che questa ha dovuto corrispondere ai danneggiati;
  • la formula bonus malus: tiene conto della condotta automobilistica dei soggetti assicurati per determinare l’entità del premio che questi sono tenuti a corrispondere. A questo proposito sono presenti diverse "classi di merito", a ciascuna delle quali corrisponde un certo ammontare di premio.

Anche se poco diffuse o utilizzate, nell’ambito delle assicurazioni R.C.Auto sul mercato ci sono assicurazioni con  tariffe fisse e delle tariffe a tempo.

La tariffa fissa è riservata per lo più a imbarcazioni e camion e prevede un premio fisso e invariabile a carico dell’assicurato, il cui ammontare è legato alle proprietà del veicolo assicurato e al suo proprietario/conducente.

La tariffa a tempo prevede una corrispondenza tra premio che l’assicurato deve corrispondere alla compagnia di assicurazioni ed effettivo utilizzo del veicolo assicurato. In questo tipo di polliza, l’assicurato versa alla compagnia di assicurazioni un premio fisso più una somma il cui ammontare dipende dal tempo di utilizzo del mezzo assicurato.

Vi sono altri aspetti da cui possono dipendere le tariffe di assicurazioni dell’auto e il premio della R.C.Auto; tra questi ad esempio:

  • modello e potenza del veicolo assicurato;
  • luogo di residenza, età, sesso e professione dell’assicurato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *