Attestato di rischio

L’attestato di rischio, è il documento che espone lo storico dei sinistri dell’assicurato degli ultimi cinque anni, certificando la classe di merito di provenienza e quella di assegnazione, parametri fondamentali soprattutto in caso di cambio di compagnia assicuratrice.

La validità dell’attestato è di cinque anni, per cui in caso di inutilizzo del veicolo o mancato rinnovo della polizza i suoi riferimenti saranno validi per i successivi cinque anni [legge n. 40/2007].

Nell‘attestato di rischio, le due voci principali di riferimento sono:

  • la classe di merito definita in base a parametri interni; 
  • la classe di conversione universale (CU).

La classe di conversione universale (CU), è il parametro di riferimento tra tutte le assicurazioni e consente il riconoscimento della classe di appartenenza dell’assicurato e semplifica il passaggio tra una compagnia ed un’altra.
Nell’attestato di rischio, gli assicuratori hanno l’obbligo di precisare a quale CU corrisponde la classe di merito interna applicata.

Dato che l’assicurato non è obbligato a rimanere cliente presso la stessa assicurazione con la quale è assicurato, la compagnia è obbligata a depositare l’attestato di rischio presso la filiale dove è stato sottoscritto il contratto almeno 30 giorni prima della scadenza della polizza, consentendo così, in caso di cambio di assicurazione da parte del cliente, di avere tutta la documentazione disponibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *